Mobirise

Appendice Documentaria n. 4

Oggetto: LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE "CESARINI" UBICATA TRA VIA ROMA E VIA KENNEDY - APPROVAZIONE VARIANTE.

...omissis...

IL SINDACO PRESIDENTE

Comunica ai presenti che il lottizzante ha richiesto di poter apportare al piano le variazioni delle quali dà lettura e che nel dettaglio inizia a spiegare. In particolare riferisce che occorre modificare:

- il tratto di strada antistante i lotti 9, 10, 11, e 12 al fine di migliorarne l'accesso: con questa finalità è stato chiesto anche l'abbattimento di due pini,
- il tratto di strada frontale ai lotti 1,2,3,4 per limitare i dislivelli, rendere possibile l'allaccio della fognatura, migliorare l'interconnessione tra il tratto di strada in costruzione e la strada comunale esistente, cosiddetta "Delle Vignacce",
- il marciapiede con una interruzione nel lato opposto della strada di fronte al lotto n. 19,
- l'andamento della strada antistante i lotti 28, 29, 30 e 31 al fine di uniformare il più possibile la suddetta strada allo stato dei luoghi.
Il lottizzante chiede di non abbassare e non intervenire con sbancamenti per limitare i dislivelli, lasciare uniforme lo stato dei luoghi e preservare le due piante.
Verrà modificata la quota anche di fronte al lotto 19 per la fruibilità dell'area del parcheggio.
In questa fase il Tecnico Comunale chiederà una mitigazione del muro.
Vi sarà la modifica della strada comunale "delle Vignacce" con la modifica della conformazione dell'aiuola spartitraffico.
I quattro lotti identificati nel progetto originario con i numeri 28 - 29 - 30 e 31 rimarranno tre identificati con i numeri 28 - 29 e 30.
La Commissione Edilizia ha accolto tutte le proposte presentate dal lottizzante, eccezione fatta per il tratto di strada collocato dall'intersezione con Via Kennedy sino al lotto n. 27. Riguardo a questo punto la Commissione Edilizia afferma che dovranno essere mantenute il profilo e la quota del progetto originario.
Il Sindaco propone al Consiglio Comunale di accettare anche questa indicazione della Commissione Edilizia, a patto che non venga pregiudicata la stabilità dei due pini.
Se tale stabilità venisse compromessa propone di lasciare il profilo e le quote nella situazione di fatto in cui si trovano.
Il Capogruppo della Minoranza Manfredi afferma che è stata approvata una cosa e ne è stata realizzata un'altra. Si pensava che con questo nuovo progetto fossero state colmate le lacune originarie. I sottofondi stradali non sono né di pietra né di ghiaia, come previsto dalla Convenzione ed il computo metrico è sballato. Per queste ragioni chiede di porre in votazione il rinvio del presente punto all'ordine del giorno al fine di analizzare i progetti e chiedere delle integrazioni. Aggiunge allo scopo che non è stato fatto nessuno sbancamento verso il paese, ma solo sul lato opposto: si va inoltre a modificare l'incrocio quando occorrerebbe prevedere la realizzazione di una rotatoria.
Il Sindaco replica di non poter fornire risposte tecniche, tuttavia afferma che il lottizzante ha prodotto tutta la certificazione relativa al materiale sostitutivo per il sottofondo: dichiara poi che anch'egli sarebbe stato favorevole alla rotatoria, ma in presenza dell'opposizione del proprietario dell'area, il lottizzante è andato avanti con un altro progetto.
Per il resto il Tecnico Comunale e la Commissione Edilizia accolgono tutte le varianti proposte se conformi alla legge.
Tutte le situazioni sono state verificate sul posto per cui a nome dell'Amministrazione dichiara di ritenere di non poter accogliere la richiesta di rinvio, a causa del lungo tempo ormai trascorso. In ogni modo pone ai voti la detta proposta di rinvio dalla quale emerge il seguente risultato:
- Voti favorevoli n. 3 (Consiglieri della Minoranza: Manfredi, Cuicchi, Avenali),
- Voti contrari n. 8 (Consiglieri della Maggioranza).
Pertanto la discussione prosegue per giungere ad altra votazione finale: il Capogruppo della Minoranza Manfredi interviene per affermare che la viabilità non è consona in quanto sono presenti curve a 90 gradi; propone pertanto di nominare un professionista che tuteli il Comune di Castelleone di Suasa e segua i lavori.
Il Sindaco risponde che l'Amministrazione Comunale continuerà a mettere in atto tutte le misure necessarie a controllare lo stato dei lavori.
Il Consigliere della Minoranza Cuicchi replica che il Tecnico Comunale dispone di tutti gli elementi per verificare i lavori svolti e si chiede se si sia accorto di ciò che è stato inserito in questa variante: i lavori non sono stati realizzati correttamente, tanto che potrebbero esserci delle implicazioni dal punto di vista penale. La variante impegnerà una somma molto rilevante: diversi prezzi riportati nel nuovo computo metrico sono variati rispetto a quelli inseriti in convenzione; l'acciaio passa da 0,93 a 1,50, la rete elettrosaldata da 1,03 euro ad euro 1,72; per il calcestruzzo è previsto il prezzario del 2008, mentre nel computo metrico originale era stato utilizzato quello del 2004 e così tanti altri prezzi sono stati aumentati senza giustificazione. Dichiara infine che la variante prevedendo l'accorpamento di lotti, lato paese, porterà volumetrie tali che si vedranno palazzi condominiali piuttosto che villette. Dichiara a suo avviso giusta, la richiesta di un collaudatore in corso d'opera con oneri a carico del lottizzante.
Il Sindaco comunica di aver preso atto dell'affermazione del gruppo di Minoranza sul fatto che in questa lottizzazione, tecnicamente è tutto sbagliato.
A questo proposito chiede se il medesimo gruppo ha avuto modo di parlare con il Tecnico Comunale e lo invita a farlo. Dichiara infine di non aver altro da aggiungere.
Il Capogruppo della Minoranza, consigliere Manfredi dà lettura della dichiarazione di voto che si allega: "Il gruppo di minoranza Insieme per Castelleone nel rimarcare la propria contrarietà alla lottizzazione Cesarini non può non esprimere le proprie perplessità in merito a questa variante che considerata non sostanziale sarà immediatamente esecutiva. In considerazione del poco tempo a disposizione per l'approfondimento della relazione e degli elaborati abbiamo chiesto, inutilmente, di rinviare il punto non per puro spirito contradditorio ma per poter meglio analizzare le modifiche proposte e se del caso chiedere di integrare il progetto con ulteriori elementi perché questa variante sotto molti aspetti lacunosa non migliora certamente il progetto iniziale già carente di suo, anche per evitare di incappare in soluzioni come quelle adottate per la strada del parcheggio delle Scuole, per la lottizzazione artigianale di Pian Volpello o per la viabilità in zona archeologica. Nella variante non è stata redatta alcuna sezione trasversale che dimostri gli sbancamenti e future sistemazioni delle scarpate del tratto di strada verso il paese (individuata dalla sezione A-A) che sicuramente di maggior impatto visivo verso la valle del Cesano, mentre nelle zone retro-monte sicuramente di impatto minore verso le colline antistante, sono state realizzati ben cinque profili. dal computo metrico scompaiono il pietrisco e la ghiaia per la realizzazione delle strade mentre ne risultano chiaramente gli spessori nella convenzione stipulata (come verrà realizzata?). La prevista realizzazione di muri di contenimento in realtà è già avvenuta da tempo, la viabilità in alcune intersezioni non prevede un raggio di curvatura idoneo per far girare un automezzo, viene prevista una modifica all'incrocio con la strada "delle Vignacce" senza prendere in considerazione, per l'ennesima volta una rotatoria come più volte chiesto da questo gruppo consiliare. Questi sono solamente alcuni punti meritevoli di ulteriori approfondimenti e non possono certo essere sufficienti le prescrizioni della Commissione Edilizia Comunale e dell'Ufficio Tecnico. Abbiamo anche proposto la nomina da parte dell'Amministrazione di un Professionista per la verifica del rispetto del progetto ma come consuetudine ogni proposta della minoranza viene bocciata. I Consiglieri di minoranza non intendono ratificare in nessun modo quanto realizzato e quanto si realizzerà in funzione dello spendere meno e contrari al sopravvento dei poteri economici a discapito della cittadinanza votano CONTRO al presente punto all'o.d.g.".
Il Sindaco pronuncia la seguente dichiarazione di voto: "Il Gruppo di Minoranza insiste nel suo atteggiamento teso ad impedire qualsiasi opera a Castelleone di Suasa". Quindi pone ai voti la proposta di seguito formulata.
Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE

...omissis...

DELIBERA

1) Le premesse formano parte integrante e sostanziale della presente deliberazione.
2) Di approvare, ai sensi della L.R. 34 del 16.12.2005, il progetto di variante della lottizzazione residenziale "Cesarini" ubicata tra Via Roma e Via Kennedy, come in premessa descritta, in base al parere espresso dalla Commissione Edilizia Comunale nella seduta del 26.02.2009 e precisamente: "evidenziando comunque che il tratto di strada di lottizzazione di cui alla sezione A-A (dall'intersezione con Via Kennedy sino al lotto n. 27) dovrà mantenere il profilo e le quote di cui al progetto originario. (Permesso di costruire n. 78/1/2008 del 14.01.2008). In tale tratto stradale saranno possibili e consentiti solo piccoli aggiustamenti o leggere modifiche di carattere non sostanziale".
3) Le quote di sistemazione dei terreni da edificare prospicenti le strade di lottizzazione, escluse quelle variate e riportate nella Tav. IV di variante ed evidenziate con cifre in rosso, dovranno mantenere l'andamento previsto nel progetto originario, come riportate nella Tav VII dello stesso.
4) Di dare atto che la variante sopra descritta non comporta modifiche agli indici urbanistici della zona interessata, al perimetro ed alla volumetria assentita ed approvata con la citata deliberazione del C.C. n. 25 del 27.06.2007.

...omissis...

Indirizzo Edicola

Via Case Nuove, 2                     
60010 Castelleone di Suasa
(An)

Contatti

Bellagamba Franco
Email: 
edicoladelcarmine@suasa.it
Telefono: 071-966352 

Collegamenti

Link Utili