bootstrap website templates

Appendice Documentaria n. 2

Osservazioni alla Nuova Lottizzazione presentate al Sindaco dal Gruppo Consiliare "Insieme per Castelleone" 

La zona in esame doveva essere risparmiata dalla edificazione in quanto il terreno presenta una pendenza accentuata lato paese che consentirà i lottizzanti ad eseguire opere di sostegno di rilevante impatto visivo. La zona in questione ricade su un crinale di classe 2 tutelato dal PPAR.
La previsione di circa 400 abitanti previsti dalla lottizzazione e il più probabile utilizzo della nuova viabilità per il traffico in direzione Arcevia, comporterà un aumento consistente del traffico veicolare che si convoglierà su via Kennedy (strada stretta e priva di marciapiedi) o su via Colombo (strada in forte pendenza adiacente alla scuola materna e media).
L'intersezione tra la viabilità di lottizzazione e la strada provinciale doveva essere migliorata con una rotatoria che meglio avrebbe regolato il deflusso della circolazione e provocato il rallentamento per i veicoli diretti in paese con vantaggio anche per i residenti su via Roma.
La superficie territoriale della lottizzazione utilizza un frustolo di terreno in prossimità dell'incrocio sulla strada provinciale n. 19 della Val Cesano di proprietà dell'amministrazione comunale.
Dagli elaborati di piano non si desume tale proprietà comunale e nello schema di convenzione non si fa cenno al valore da attribuire a tale terreno e alla quantificazione della percentuale di proprietà comunale che interviene nella lottizzazione.
La bozza di convenzione allegata alla relazione tecnica della lottizzazione presenta errori circa la ubicazione della lottizzazione che all'art. 1 recita che è situata sul terreno in Via Pian Volpello censiti al foglio 11 mappali 87, 115 e 150.
L'art. 1 della convenzione dispone che "Le superfici dei singoli lotti, individuati nella tavola n. 2, possono anche essere variate, si può anche prevedere l'eventuale accorpamento dei lotti stessi, fino ad un massimo di due"; questo passo secondo noi lascia troppo spazio alla discrezionalità.
La stessa osservazione va fatta all'art. 6 che consente "la possibilità di dividere i lotti indicati in planimetria od occupare lotti limitrofi o spostare linee di confine di lotti limitrofi o abbinare lotti con altri sempre limitrofi, limitati a due, rimanendo fissa la superficie edificabile totale fatte salve le norme del Piano Regolatore Generale, rimanendo chiaro che qualsiasi variante quantitativa e qualitativa dovrà essere autorizzata dall'Assemblea Comunale, previa regolare Concessione".
All'art. 19 si prevede un importo della fideiussione a garanzia dell'esatta e piena osservanza degli impegni assunti pari ad Euro 728.489,60 mentre nel computo metrico estimativo delle opere da realizzare è prevista la somma di € 738.538,60 + IVA.
Ne consegue che l'importo della fideiussione va aggiornato e quanto al computo metrico estimativo le quantità non risultano ottenute da calcoli geometrici ma vengono tutte stimate.
Vorremmo pertanto conoscere se l'ammontare dell'importo delle opere di urbanizzazione verranno contabilizzate con l'effettiva quantificazione delle opere realizzate oppure varranno le indicazioni descrittive delle opere da eseguire prevaricando così le quantità e gli importi previsti per le opere.
All'art. 4 della convenzione la ditta lottizzante promettente la esecuzione delle opere di urbanizzazione si impegna ad assumersi gli oneri relativi alle opere di urbanizzazione primaria per la realizzazione di strade e degli impianti secondo il progetto della lottizzazione. Nel computo metrico però non sono previste le opere e le forniture dell'impianto di distribuzione del metano.
Visto l'impatto visivo che avranno le nuove strutture abitative, è necessario indicare chiaramente e senza possibilità di fraintendimenti le tipologie edilizie che saranno consentite nel nuovo insediamento.
Occorre anche vincolare chi costruisce al completamento definitivo delle finiture esterne, infissi, piano del colore, eventuali recinzioni, giardini con le specie arboree da mettere a dimora fissate dall'indagine botanico-vegetazionale del P.R.G. etc.
Tutto ciò era stato da noi richiesto in occasione del nuovo PRG, ma secondo l'Amministrazione sarebbe stato regolato dal piano attuativo del comparto. Ne costatiamo invece la totale mancanza nel piano di lottizzazione.

...omissis...

Indirizzo Edicola

Via Case Nuove, 2                     
60010 Castelleone di Suasa
(An)

Contatti

Bellagamba Franco
Email: 
edicoladelcarmine@suasa.it
Telefono: 071-966352 

Collegamenti

Link Utili