Chiesa della Beata Vergine del Carmine
di Montefino (TE)

Posta ai margini del piccolo centro di Montefino (TE), la chiesa sussidiaria della Beata Vergine del Carmine, presenta un impianto planimetrico rettangolare ad aula unica, che si sviluppa in tre campate coperte con volte a vela, decorate con stucchi e dipinti.

Edificata intorno al 1300, è stata rimaneggiata nel Medioevo e restaurata più volte, anche in tempi moderni. Lateralmente si aprono degli spazi con nicchie e statue, che non costituiscono vere e proprie cappelle. La chiesa è indicata tra i benefici ecclesiastici della famiglia Acquaviva di Atri nel 1454. Probabilmente tra il XVII ed il XVIII secolo sono state realizzate le decorazioni interne. 
I resti della vecchia chiesa si vedono da una parte della muratura a scarpa in cui è in rilievo un angelo. 
Nel 1928 è stato effettuato un intervento di riparazione ordinaria della chiesa riguardante lavori al tetto. Nel 1954 sono stati realizzati lavori di restauro del campanile, su progetto del geom. V. Pompei
Tra il 1955 e il 1945 ci furono lavori di ristrutturazione della chiesa, comprendenti probabilmente il rifacimento della parte alta della facciata, con eliminazione della cornice superiore ondulata e della finestra rettangolare in alto, sostituiti con una cornice a due falde e un moderno rosone circolare. 
All'ingresso, un endonartece con tre archi e aperture in legno e vetro, che sorregge la cantoria.  
Nessun adeguamento liturgico è stato eseguito, infatti, la chiesa presenta ancora un altare preconciliare, in marmo, addossato alla parete. Un semplice leggio in legno è usato come ambone. 
Il Tetto è a due falde, coperto da un manto di coppi. All'interno, la copertura è costituita da volte a vela poggiate nel senso della larghezza su archi a tutto sesto. 
La facciata è a capanna, inquadrata da lesene laterali intonacate in bianco e un cornice superiore inclinata secondo l'andamento delle due falde di copertura, realizzata negli anni '50 del Novecento in sostituzione della precedente cornice ondulata barocca. 
A terra, una zoccolatura in travertino. Sulla parete intonacata in giallo emergono il portale con ampia cornice rettangolare e timpano e il rosone circolare. 
Sulla destra, la torre campanaria a base quadrata, la cui parte più bassa venne costruita nel 1827 per essere completata poi nel 1860, con un muro in comune con la chiesa, delimitata da paraste angolari bianche e cornice superiore aggettante, termina con una cuspide piramidale in ardesia a base ottagonale, contornata da quattro pilastrini angolari. 

Alcune foto della Chiesa della Beata Vergine del Carmine di Montefino

Facciata

Chiesa della Beata Vergine del Carmine

Facciata


[Clicca per ingrandire]

Vista

Chiesa della Beata Vergine del Carmine

Vista


[Clicca per ingrandire]

Piazzale

Chiesa della Beata Vergine del Carmine

Piazzale


[Clicca per ingrandire]

Vista del lato sinistro

Chiesa della Beata Vergine del Carmine

Vista del lato sinistro


[Clicca per ingrandire]

Vista

Chiesa della Beata Vergine del Carmine

Vista


[Clicca per ingrandire]

Parte della vecchia chiesa

Chiesa della Beata Vergine del Carmine

Parte della vecchia chiesa

[Clicca per ingrandire]

Parte della vecchia chiesa

Chiesa della Beata Vergine del Carmine

Parte della vecchia chiesa

[Clicca per ingrandire]

Interno con altare

Chiesa della Beata Vergine del Carmine

Interno con altare


[Clicca per ingrandire]

Vista panoramica
Indirizzo Edicola

Via Case Nuove, 2                     
60010 Castelleone di Suasa
(An)

Contatti

Bellagamba Franco
Email: 
[email protected]
Telefono: 071-966352 

Collegamenti

Link Utili


Privacy

Start your own web page with Mobirise