Stendardi

Stendardi conservati in Abruzzo:

Stendardo processionale Madonna del Carmelo di Avezzano (AQ).
Lo stendardo processionale, riproducente la Madonna del Carmelo, risale al secolo XIX. E' stato realizzato da manifattura dell'Italia Centrale, con tessuto dipinto e ricamato. Misura cm 113.0x75.0 (HxL). L'informazione dell'edificio di collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Avezzano (AQ).

Stendardo Madonna del Carmine di Avezzano (AQ)
Descrizione: Al centro dello stendardo è ricamata la Madonna del Carmine nell'atto di donare lo scapolare ad un santo inginocchiato. Sulla rappresentazione prospettica, in prossimità dei piedi del santo, è posto un libro aperto con iscrizione dipinta. L'iconografia è completata da un angelo che porta una spada ed uno stemma coronato con monte, fascio di fiori e palma del martirio. Il ricamo è realizzato a punto passo. I materiali e la tecnica usata: tessuto ricamato. L'autore è sconosciuto ma la manifattura è dell'Italia centrale. La datazione risale al secolo XVII - XVIII (1600 - 1799) e misura cm 213.0x93.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Avezzano (AQ).

Stendardo Madonna del Carmine di Avezzano (AQ)
Descrizione: Tessuto di velluto nero con simboli funebri ricamati. Al centro è presente la Madonna del Carmelo con le anime purganti. I materiali e la tecnica usata: velluto nero. L'autore è sconosciuto ma la manifattura è dell'Italia centrale. La datazione risale ai primi anni del secolo XX (1900 - 1910) e misura cm 101.0x60.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Avezzano (AQ). 

Stendardo processionale Madonna del Carmine e San Nicola da Bari di Chieti (CH)
Lo stendardo riproduce nel lato fronte la Madonna del Carmelo e anime del Purgatorio, mentre nel lato dietro San Nicola da Bari che resuscita i tre fanciulli. Descrizione: decoro fronte retro; motivo floreale e vegetale di ampie dimensioni su fondo marrone; ampia cornice ricamata con decoro floreale intervallata da applicazioni in raso dipinto con teste di cherubino; in basso ai lati monaci in preghiera; al centro monogramma mariano; al centro sul fronte applicazione in raso con Madonna del Carmelo e anime purganti; sul retro San Nicola e i tre fanciulli; bordatura con galloni in seta filata; asta con terminazioni pomellate decorate con motivo a fogliette. I materiali e la tecnica usata: tessuto di seta damascato, ricamato in seta policroma; raso dipinto, ricamato in seta, oro filato, argento filato; seta filata; legno tornito, scolpito, dorato. L'autore rimane sconosciuto ma è di manifattura abruzzese. La datazione risale al secolo XVIII e misura cm 206.0x154.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Chieti - Vasto (CH).

Stendardo della Congrega della B.V. del Carmine di Atessa (CH)
Stendardo processionale con soggetto la Madonna del Carmelo o del Carmine. Sono riportate delle iscrizioni, (sacra in alto) "AVE DECOR CARMELI" e (in basso) "CONGREGA B. V. DEL CARMINE/ATESSA". I materiali e la tecnica usata: tessuto di seta ricamato in oro filato; tessuto dipinto. L'autore è sconosciuto ma la manifattura è abruzzese. La datazione risale alla seconda metà del secolo XIX e misura cm 160.0x100.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Chieti - Vasto (CH).

Stendardi conservati nelle Marche:

Stendardo processionale del Carmine di Macerata (MC)
Soggetto: Madonna del Carmelo tra San Francesco d'Assisi e Santa Chiara; Angeli che incoronano il monogramma della Madonna. I materiali e la tecnica usata: tempera su tessuto; tessuto. L'autore è sconosciuto ma la manifattura è di scuola marchigiana. La datazione risale al secolo XVIII e misura cm 287.0x180.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Macerata - Tolentino - Recanati - Cingoli - Treia (MC).

Scapolari conservati in Emilia Romagna:

Stendardo processionale della Madonna del Carmelo di Faenza (RA)
Descrizione: Il bene si presenta di forma rettangolare con anelle quadrate in alto e bandinelle in basso; al centro è presente un decoro con cornice esterna rettangolare e cornice interna ovale con volute e corona. Al centro è presente l'immagine sacra della Madonna del Carmelo con il Bambino in braccio e in basso uno stemma. Le bandinelle sono decorate con elementi vegetali stilizzati; l'elemento di sostegno termina con pomelli ovoidali baccellati. I materiali e la tecnica usata: tessuto di seta bianco; ricamo a riporto di tessuto in seta policroma; metallo filato dorato; pietre artificiali; tessuto di seta dipinto; metallo fuso, argentato; tessuto di seta. Identificazione stemma (in basso, al centro): Stemma dell'ordine della Madonna del Carmelo (Stemma troncato in bianco e oro con tre stelle a otto punte). Iscrizioni (retro, in alto, a sinistra): "P. MINGUZZI FECE ANNO 1948" (identificazione, firma dell'autore e datazione dell'opera, lettere corsive e numeri arabi ricamati in bianco). Iscrizione (retro, al centro): "T.O./ CARMELITANO/ RVSSI".  L'autore risulta essere Minguzzi P., ambito ravennate. La datazione risale al secolo XX (1948) e misura cm 133.0x102.0x5.0 (HxLxP). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Faenza - Modigliana (RA).

Stendardo processionale con Madonna del Carmelo di Faenza (RA)
Descrizione: Il bene presenta drappo di forma rettangolare con orlo ondulato e frangia con tre nappe. Al centro del campo scena religiosa con la Madonna del Carmelo e Bambino in braccio, con cornice sagomata dalla quale si dipartono steli con piccoli fiori e campi mistilinei con righettatura a scacchiera. Il tutto è sostenuto da bastone con terminazione a pomo. I materiali e la tecnica usata: tessuto di seta bianco ricamato in oro, seta policroma; tessuto di seta dipinto; paillettes; metallo filato dorato; metallo filato dorato, lavorato a fuselli; corda; tessuto di seta; metallo fuso, dorato; ottone fuso, dorato; legno tornito, dorato. Iscrizione (verso, al centro) "TERZ'ORDINE/ CARMELITANO/ FUSIGNANO". L'autore è sconosciuto ma risulta di manifattura italiana. La datazione risale alla prima metà del secolo XIX e misura cm 140.0x120.0x10.0 (HxLxP). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Faenza - Modigliana (RA). 

Stendardo processionale con Madonna del Carmelo di Faenza (RA)
Descrizione: Sui bordi si sviluppa una decorazione a girali vegetali alternati a rose e graticci, mentre nel riquadro al centro è rappresentata la figura femminile della Madonna del Carmelo con Bambino, Cherubini e Monogramma mariano. Sul fondo sono applicate frange. I materiali e la tecnica usata: tessuto di seta bianco ricamato in seta policroma; metallo filato; metallo in lamina, argentato; oleografia su tela; velluto; metallo filato dorato; metallo filato argentato; metallo in lamina, dorato; tessuto di cotone. Iscrizione (stampa, in basso, a sinistra) "RAS". Identificazione stemmi: (stampa, a sinistra, scapolare, in basso) stemma dell'ordine carmelitano (in basso sono raffigurati tre stelle, di cui quella centrale più grande è sovrastata da croce latina), (stampa, a destra, scapolare, in basso) stemma dell'ordine carmelitano (lo scudo tripartito presenta in basso un punto centrale e in alto due laterali; esso è sormontato da corona e affiancato da rametti vegetali incrociati). L'autore è sconosciuto ma risulta di manifattura italiana. La datazione risale ai primi anni del secolo XX (1900 - 1910) e misura cm 148.5x88.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Faenza - Modigliana (RA).

Stendardo processionale con Madonna del Carmelo di Faenza (RA)
Descrizione: Al centro è presente l'immagine sacra di San Simone Stock che riceve dalla Madonna lo scapolare, incorniciata esternamente da una lunga fascia formata da sottili racemi vegetali; il profilo inferiore, mistilineo e tripartito, è arricchito dalla presenza di tre lambrecchini pendenti. I materiali e la tecnica usata: tessuto di seta bianco ricamato in oro, seta policroma; tessuto di seta bianco dipinto; metallo laminato, dorato; paillettes; borchia; metallo filato, lavorato a fuselli; tessuto di seta. Identificazione stemma (in alto, al centro): stemma dell'ordine carmelitano (Tre stelle in campo bipartito). Iscrizione sacra (in alto, a sinistra): "MATER DECOR/ CARMELI/ ORA/ PRO NOBIS". L'autore è sconosciuto ma risulta di manifattura romagnola. La datazione risale alla seconda metà del secolo XIX e misura cm 150.0x84.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Faenza - Modigliana (RA). 

Stendardo processionale con angeli reggicorona di Faenza (RA)
Descrizione: Simbolo cristiano con corona e mezza luna, attributi dell'Immacolata concezione; sono presenti anche gli scapolari, attributi alla Madonna del Carmelo, il Monogramma mariano e Putti reggicorona. I materiali e la tecnica usata:tessuto di cotone bianco; tessuto di cotone dipinto; legno intagliato, dorato. L'autore è sconosciuto ma risulta di manifattura romagnola. La datazione risale alla metà circa del secolo XIX (1840 - 1860) e misura cm 143.0x87.0x4.0 (HxLxP). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Faenza - Modigliana (RA). 

Stendardo processionale Mariano di Faenza (RA)
Descrizione: Su pennone cilindrico è applicato un pannello a campo rettangolare, delimitato da quattro pomi, con rappresentata al centro un'immagine devozionale (Madonna del Carmelo) stagliata su distesa d'acqua, sovrastata da Cherubini ed in basso con imbarcazioni a vela ai lati. Il bastone superiore e quello inferiore sono collegati da due cordoni. I materiali e la tecnica usata: tempera su tela; legno tornito, dipinto; corda. Iscrizion (verso, tela): "A. F. M. D.". L'autore è sconosciuto ma risulta di ambito romagnolo. La datazione risale alla prima metà del secolo XIX e misura cm 200.0x66.0x8.0 (HxLxP). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Faenza - Modigliana (RA).

Stendardo processionale Madonna del Carmelo con Gesù Bambino e Santi di Parma (PR)
Soggetto: Madonna del Carmelo con Gesù Bambino, San Rocco e Santa Maria Maddalena. I materiali e la tecnica usati: olio su tela; legno tornito, intagliato, dorato. L'autore è sconosciuto ma risulta essere di ambito parmense. La datazione risale ai primi anni del secolo XIX (1800 - 1824) e misura cm 120.0x92.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Parma (PR).

Stendardo processionale Madonna del Carmelo di Parma (PR)
Soggetto: San Giovanni di Matha e San Felice di Valois intercedono presso la Madonna del Carmelo per gli schiavi. I materiali e la tecnica usati: tessuto dipinto; seta. L'autore è sconosciuto ma risulta essere di ambito parmense. La datazione risale al secolo XIX e misura cm 163.4x113.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Parma (PR). 

Stendardo processionale con Madonna del Carmelo di Piacenza (PC)
Descrizione: Su un fondo in damasco di seta rosso è dipinta l'immagine della Madonna del Carmelo assisa su una coltre di nuvole recante Gesù Bambino in piedi sul ginocchio destro; in basso sulla destra si trova un santo inginocchiato, probabilmente San Domenico, mentre a sinistra vola un putto recante un giglio nella mano destra. Sul retro compare l'immagine della Madonna del Carmelo accompagnata da San Domenico e San Bernardo. I materiali e la tecnica usati: damasco di seta rosso; tempera su tessuto. L'autore è sconosciuto ma risulta essere di manifattura italiana. La datazione risale alla seconda metà del secolo XVIII e misura cm 180.0x110.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Piacenza - Bobbio (PC).

Stendardo processionale con Madonna del Carmelo taffetas laminato di Piacenza (PC)
Descrizione: Taffetas laminato in oro, broccato a mazzolini di fiori rosa e bianchi, al centro applicazione con la Madonna del Carmelo; galloni a telaio e a ventaglietto. I materiali e la tecnica usati: taffetas di seta bianco laminato, broccato. L'autore è sconosciuto ma risulta essere di manifattura italiana. La datazione risale al secolo XIX e misura cm 170.0x90.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Piacenza - Bobbio (PC).

Stendardo con Madonna del Carmelo di Piacenza (PC)
Descrizione: Galloni in oro filato lavorato a telaio con soggetto la Madonna del Carmelo. I materiali e la tecnica usati: tessuto stampato. Iscrizione (sul retro): "SODALIZIO/ delle/ MADRI CRISTIANE/ in/ BACEDASCO" (note: in lettere capitali e corsive). L'autore è sconosciuto ma risulta essere di manifattura piacentina. La datazione risale alla prima metà del secolo XX (1900 - 1949) e misura cm 107.0x62.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Piacenza - Bobbio (PC). 


Stendardo processionale con Madonna del Carmelo di Piacenza (PC)
Soggetto: Madonna del Carmelo. I materiali e la tecnica usati: taffetas di seta bianco dipinto, ricamato in seta, oro filato. Iscrizioni: (al verso) "REGINE COELI/ ET/ DECOR CARMELI/ ORA PRO NOBIS" e (su etichetta cucita al verso) "Artigianato Sacro/ Torinese/ VIA ACC.ALBERTINA 42-TORINO". L'autore è sconosciuto ma risulta essere di manifattura torinese. La datazione risale alla metà del secolo XX (1940 - 1960) e misura cm 138.0x80.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Piacenza - Bobbio (PC).

Stendardo processionale con Madonna del Carmelo di Ravenna (RA)
Soggetto: Madonna del Carmelo. I materiali e la tecnica usati: taffetas di seta bianco ricamato in seta policroma; olio su tessuto. L'autore è sconosciuto ma risulta essere di manifattura romagnola. La datazione risale alla seconda metà del secolo XIX e misura cm 180.0x116.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Ravenna - Cervia (RA).

Stendardo processionale con Madonna del Carmelo di Ravenna (RA)
Soggetto: Madonna del Carmelo. I materiali e la tecnica usati: gros de Tours di seta ricamato in seta policroma; olio su tela. Iscrizione (su festone in alto): "DECOR CARMEL ORA PRO NOBIS". L'autore è sconosciuto ma risulta essere di ambito emiliano-romagnolo. La datazione risale alla prima metà del secolo XX e misura cm 147.0x120.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Ravenna - Cervia (RA).

Scapolari conservati in Umbria:

Stendardo processionale con Madonna del Carmelo di Perugia (PG)
Soggetto: Madonna del Carmelo. I materiali e la tecnica usati: ottone; tela stampata; seta filata. L'autore è sconosciuto ma risulta essere di produzione Italia centrale. La datazione risale ai primi anni del secolo XX (1900 - 1924) e misura cm 98.0x53.0 (HxL). L'informazione della collocazione del bene non è disponibile ma risulta nell'inventario dei beni storici e artistici della Diocesi di Perugia - Citta' della Pieve (PG). 

Indirizzo Edicola

Via Case Nuove, 2                     
60010 Castelleone di Suasa
(An)

Contatti

Bellagamba Franco
Email: 
edicoladelcarmine@suasa.it
Telefono: 071-966352 

Collegamenti

Link Utili


Privacy

How to build a free site - Get now