Targhe devozionali

Targhe devozionali conservate in Emilia Romagna:

Targa devozionale Beata Vergine del Carmelo di Fusignano (RA)
La targa è conservata presso il Museo Civico San Rocco di Via V. Monti, 5 a Fusignano (RA). Misura cm. 24 di larghezza, cm. 31,7 di altezza e cm. 3,5 di profondità. La datazione del bene è riferita al sec. XVIII (1775-1799). Realizzata con materiale di terracotta ingobbiata, dipinta sotto vetrina. Targa plasticata da stampo di forma mistilinea centinata su schema rettangolare, con cornice esterna modanata e fori per l'affissione. Recto interamente rivestito di ingobbio e vetrina, verso con colature. Impasto poroso, di colore paglierino chiaro. La targa rappresenta la Madonna a mezza figura che emerge da una nuvola tenendo in braccio il Bambino. Entrambi hanno il capo sormontato da aureola raggiata e tengono in mano gli scapolari. Sulle loro teste è raffigurato un baldacchino, con tendaggio e nappine ai lati. I colori predominanti sono il blu, il bruno, il verde e il giallo su fondo biancastro. La targa è ricavata da uno stampo con baldacchino a rilievo utilizzato normalmente per la Madonna del Buon Consiglio ma adatto a rappresentare anche altre immagini sacre, come la Madonna del Fuoco e quella del Rosario. In questo

Targa devozionale Beata Vergine del Carmelo

 caso il ceramista ha aggiunto in pittura al modello gli scapolari del Carmine per definirne la dedicazione. L'opera fa parte del lascito del Prof. Sergio Baroni al Comune di Fusignano. Si tratta di 142 targhe devozionali in ceramica di epoca e provenienza diverse che costituiscono il primo importante nucleo del Museo Civico San RoccoLa nascita del museo ha realizzato il sogno di Mons. Antonio Savioli di Fusignano, che ha dedicato molti anni della sua vita alla ricerca e allo studio dell'iconografia mariana nelle targhe devozionali in Romagna. Tra Mons. Savioli e Vincenzo Baroni, padre del donatore, esisteva una forte amicizia fin dai tempi della prima giovinezza, e proprio questo legame è stato di stimolo al Prof. Baroni nella formazione della sua raccolta.

Targa devozionale bassorilievo Madonna del Carmelo di Imola (BO)
La scultura in bassorilievo di questa targa mette in evidenza il soggetto Madonna del Carmelo. I materiali utilizzati e la tecnica usata sono: terracotta dipinta, invetriata. L'autore è di bottega romagnola. La datazione è della seconda metà del secolo XVIII e misura cm 27.0x21.0 (HxL). Il bene è inventariato nei beni storici e artistici della Diocesi di Imola (BO).

Targa bassorilievo Madonna del Carmelo

Targa devozionale bassorilievo Madonna del Carmine di Imola (BO)
La scultura in bassorilievo di questa targa mette in evidenza il soggetto Madonna del Carmelo. I materiali utilizzati e la tecnica usata sono: maiolica a ingobbio. L'autore proviene da bottega imolese. La datazione è della prima metà del secolo XIX e misura cm 30.0x23.0 (HxL). Il bene è inventariato nei beni storici e artistici della Diocesi di Imola (BO).

Targa Bassorilievo Madonna del Carmine

Targa devozionale bassorilievo Madonna del Carmine di Imola (BO)
La scultura in bassorilievo di questa targa mette in evidenza il soggetto Madonna del Carmelo. I materiali utilizzati e la tecnica usata sono: terracotta modellata e dipinta. L'autore è di bottega romagnola. La datazione è di fine secolo XVIII (1790 - 1799) e misura cm 26.0x21.0 (HxL). Il bene è inventariato nei beni storici e artistici della Diocesi di Imola (BO).

Targa bassorilievo Madonna del Carmine

Targa Madonna del Carmelo con S. Antonino e S. Francesco di Piacenza (PC)
La scultura in altorilievo di questa targa mette in evidenza il soggetto della Madonna del Carmelo con Sant'Antonino di Piacenza e San Francesco d'Assisi. I materiali utilizzati e la tecnica usata sono: stucco modellato e dipinto. L'autore è di bottega lombarda. La datazione è del secolo XVII (1622) e misura cm 170.0 (H). Il bene è inventariato nei beni storici e artistici della Diocesi di Piacenza - Bobbio (PC).

Targa altorilievo Madonna del Carmelo e Santi

Targa rilievo Madonna del Carmelo di Bologna (BO)
La scultura in bassorilievo di questa targa mette evidenzia il soggetto Madonna del Carmelo. I materiali utilizzati e la tecnica usata sono: terracotta modellata. L'autore è di ambito emiliano. La datazione risale alla seconda metà del secolo XVIII e misura cm 40.0x28.0 (HxL). Il bene è inventariato nei beni storici e artistici della Diocesi di Bologna (BO).

Targa rilievo Madonna del Carmelo

Targhe devozionali conservate in Abruzzo:

Reggimedaglione in bassorilievo Madonna del Carmelo di Chieti (CH)
La scultura in bassorilievo di questa targa mette in evidenza il soggetto Monte Carmelo sorretto da un Angelo. E' presente l'iscrizione sacra (a sinistra, medaglione, cartiglio) "CAPUT TUUM UT CARMELUS". I materiali utilizzati e la tecnica usata sono: stucco modellato, dorato, dipinto. L'autore è di bottega abruzzese. La datazione risale al secolo XVIII e misura cm 190.0x74.0 (HxL). Il bene è inventariato nei beni storici e artistici della Diocesi di Chieti - Vasto (CH).

Reggimedaglione Monte Carmelo

Targa bassorilievo Madonna del Carmine di Sulmona (AQ)
E' una targa ovale, di pietra scolpita, in bassorilievo che mette in evidenza il soggetto Madonna del Carmelo. I materiali utilizzati e la tecnica usata sono: pietra scolpita. L'autore è di bottega abruzzese. La datazione risale al secolo XIX (1800 - 1824) e misura cm 150.0x110.0 (HxL). Il bene è inventariato nei beni storici e artistici della Diocesi di Sulmona - Valva (AQ).

Targa ovale Madonna del Carmelo
Indirizzo Edicola

Via Case Nuove, 2                     
60010 Castelleone di Suasa
(An)

Contatti

Bellagamba Franco
Email: 
edicoladelcarmine@suasa.it
Telefono: 071-966352 

Collegamenti

Link Utili


Privacy

Page was created with Mobirise web theme