Chiesa della Madonna del Carmine
di Teramo (TE)

La chiesa si trova nel centro storico di Teramo (TE), nel quartiere denominato Santa Maria a Bitetto. In origine era parte di un monastero esistente sin dal 1329; non se ne conosce la data precisa di edificazione ma risulta ormai fatiscente nel 1578. 

La facciata dell'edificio presenta finiture di intonaco e stucchi ed è scandita da un doppio ordine di paraste con capitelli geometrici e da cornici marcapiano a modanature sovrapposte.
Un fastigio mistilineo individua l'attacco al cielo; un rivestimento di lastre di marmo che includono i basamenti delle paraste caratterizza l'attacco al suolo.  
Il portale, riquadrato da una cornice lapidea modanata, è sormontato da un affresco raffigurante la Madonna del Carmine con Bambino e Santi carmelitani.  
Al di sopra della cornice marcapiano si apre un finestrone con decorazioni in stucco, sormontato da un timpano ad arco ribassato su cui insiste una piccola bucatura quadrata. Sul fianco sinistro è addossato l'edificio che ospita la caserma dei Carabinieri, sul fianco destro la casa parrocchiale.  
Il campanile in laterizio, presenta una cella campanaria a quattro fornici è sormontata da torrette angolari e da due corpi ottagonali con terminazione cuspidale; nel primo si alternano oculi e monofore, il secondo è caratterizzato solo da oculi.  
L'interno è uno spazio unico scandito da lesene e da nicchie a tutto sesto che ospitano altari. Un ricco cornicione a modanature sovrapposte, sormontato da balaustra in ferro, si snoda lungo il perimetro della chiesa. Sulla controfacciata gravita il ballatoio della cantoria che insiste su tre archi e sulla bussola in legno. 
Non si conosce il periodo esatto dell'edificazione della chiesa, che in origine era chiamata chiesa di Santa Croce e faceva parte di un monastero di cui un documento del 1357 attesta l'esistenza sin dal 1329. 
Nel 1477 le suore benedettine vennero in possesso del monastero, per cederlo poi nel 1578 ai frati carmelitani. Dai documenti si apprende che la chiesa era ormai fatiscente. I frati carmelitani si insediarono nel monastero solo nel 1750. 
Nel 1761 i frati carmelitani diedero l'avvio ai lavori di ristrutturazione in veste barocca della chiesa, con interventi sulla facciata e all'interno. I lavori che si protrassero fino al 1776 conferirono all'edificio la struttura attuale. 
Nel 1809 per la riforma murattiana fu soppresso il monastero. L'edificio di pertinenza del convento divenne quartiere della gendarmeria e dagli anni sessanta del secolo scorso vi è ospitata la caserma dei carabinieri. La chiesa fu affidata alla Confraternita di Maria SS. del Carmine e del SS. Sacramento fino alla costituzione in parrocchia nel 1908. 
Nella seconda metà del secolo scorso furono realizzati lavori importanti che presero l'avvio nel 1959 con l'ampliamento della casa parrocchiale e proseguirono con il rifacimento del pavimento della chiesa, del rivestimento della base delle colonne, del fonte battesimale, del rosone della facciata e dell'ampia finestra dell'abside; quattro altari in muratura vennero demoliti e due vennero sostituiti da altari in marmo. 
Nel 1966 l'adeguamento liturgico portò alla parziale demolizione dell'altare maggiore in marmo. 
Tra il 1987 ed il 1993 si procedette ad un restauro radicale delle strutture portanti, del tetto, delle decorazioni interne e della facciata. Al di sopra della porta d'ingresso trova posto un modesto organo a canne. 
La Pianta è rettangolare ad andamento longitudinale con abside semicircolare. L'aula è coperta da volta a botte con unghiature e tetto a due falde con manto in coppi. Le pavimentazioni sono in lastre di marmo. 
Per accedere alla Chiesa occorre superare un gradino, mentre l'altare è posto su un basamento. 
L'impianto strutturale è in muratura portante di mattoni. Sulle murature spingono le volte. All'esterno, due falde su struttura lignea. Ricche le decorazioni a stucco sulle volte, le pareti e l'abside. 

Alcune foto del Chiesa della Madonna del Carmine di Teramo

Facciata

Chiesa della Madonna del Carmine

Facciata


[Clicca per ingrandire]

Facciata

Chiesa della Madonna del Carmine

Facciata


[Clicca per ingrandire]

Portale con affresco Madonna del Carmine

Chiesa della Madonna del Carmine

Portale con affresco Madonna del Carmine

[Clicca per ingrandire]

Navata unica da destra

Chiesa della Madonna del Carmine

Navata unica da destra


[Clicca per ingrandire]

Navata unica da sinistra

Chiesa della Madonna del Carminei

Navata unica da sinistra


[Clicca per ingrandire]

Altare

Chiesa della Madonna del Carmine

Altare


[Clicca per ingrandire]

Navata

Chiesa della Madonna del Carmine

Navata


[Clicca per ingrandire]

Decorazioni a stucco sulle volte

Chiesa della Madonna del Carmine

Decorazioni a stucco sulle volte

[Clicca per ingrandire]

Statua Madonna di Loreto

Chiesa della Madonna del Carmine

Statua Madonna di Loreto

[Clicca per ingrandire]

Statua di Gesù Cristo

Chiesa della Madonna del Carmine

Statua di Gesù Cristo


[Clicca per ingrandire]

Acquasantiera

Chiesa della Madonna del Carmine

Acquasantiera


[Clicca per ingrandire]

Controfacciata con cantoria e modesto organo a canne

Chiesa della Madonna del Carmine

Controfacciata con cantoria e modesto organo a canne
[Clicca per ingrandire]

Chiesa della Madonna del Carmine
Indirizzo Edicola

Via Case Nuove, 2                     
60010 Castelleone di Suasa
(An)

Contatti

Bellagamba Franco
Email: 
[email protected]
Telefono: 071-966352 

Collegamenti

Link Utili


Privacy

Mobirise site builder - Get now